ELEZIONI AMMINISTRATIVE 8-9 GIUGNO 2024 - COMUNE DI MONSUMMANO TERME

Programma Completo

CREARE

Ricchezza, Benessere, Sostenibilità

Al di là delle precisazioni e degli approfondimenti su temi specifici presenti in questo testo la filosofia di riferimento del mio programma elettorale è contenuta in queste cinque righe. Oggi l'attitudine di un sindaco si misura sulla sua capacità di coniugare e adattare questi principi alla realtà del territorio che rappresenta. Un territorio plasmato con regolamenti e parametri, dall'urbanistica residenziale a quella industriale, dalla viabilità alla gestione dell'energia, che oggi non sono più compatibili né per il presente né, tantomeno, per il futuro. Attuare questa transizione senza penalizzare cittadini e attività è la vera sfida. Quello che un tempo veniva ironicamente chiamato “Il libro dei sogni”, oggi è un obbiettivo irrinunciabile da conseguire domani. L'agenda 2030 con i suoi diciassette punti, dalla conquista della salute al diritto ad avere un lavoro dignitoso, dall'eliminazione della fame nelle aree più povere del mondo alla produzione industriale sostenibile fino al riconoscimento di nuovi diritti è imprescindibile e ognuno di noi deve assumersene l'onere. Come detto in altra parte del documento a Monsummano Terme ci troviamo di fronte a una assoluta immobilità che nulla ha prodotto in tal senso ma, ribadiamo ancora una volta, lo spazio vuoto richiama opportunità, occasioni da cogliere. Soprattutto per le nuove generazioni. Il dovere di un'amministrazione comunale nei confronti del mondo giovanile è quello di creare occasioni per individuare le proprie attitudini, fornire gli strumenti adatti per intraprendere un percorso formativo che permetta in prospettiva di realizzare i propri sogni e dare concretezza alle proprie aspirazioni. Nessuno meglio delle nuove generazioni ha già recepito i valori fondanti che saranno l'architrave del nostro futuro prossimo. Il nostro è un territorio pieno di risorse, di tradizioni, di prodotti unici e di professionalità indiscusse e questo lo rende ideale per permettere ai nostri ragazzi di misurarsi con le problematiche e le opportunità che la svolta epocale che ci attende prospetta. Per questo abbiamo allo studio la creazione di Rete Impresa, un innovativo concetto di sinergia tra imprese, pubblica amministrazione e cittadini, dedicato a tutte le start up formate da giovani con particolare riferimento alle attività enogastronomiche, agricole e artigiane che tradizionalmente sono il fulcro della nostra economia. Tale iniziativa può essere supportata da fondi europei con la collaborazione di Ismea, InvItalia, MedioCredito Centrale e Cassa Depositi e Prestiti, oltre al coinvolgimento di Istituti di Credito locali.

CREARE

Fiducia

Oggi ogni volta che un cittadino si avvicina all'amministrazione pubblica per richiedere l'accesso a un servizio, reclamare un diritto o, tanto peggio, intraprendere il percorso per aprire una qualsiasi attività imprenditoriale, respira immediatamente un'ostilità pregiudiziale da parte dell'ente pubblico, quasi di sospetto. L'impressione è che anziché aiutare e supportare tali iniziative l'apparato burocratico pubblico crei ostacoli e rallentamenti trasformandosi da organo di mero controllo a ostacolo permanente. Io ritengo che questo stato di cose debba cambiare. Nella mia interpretazione di funzione pubblica l'ente deve essere amico del cittadino e non il contrario. Credo che i rapporti con le istituzioni debbano essere semplici e diretti, trasparenti e collaborativi, perché chi svolge questa opera di mediazione, pagata dai cittadini con le loro tasse, non può esimersi dalla disponibilità all'ascolto e alla risoluzione dei problemi. Nei confronti del cittadino il funzionario di turno deve essere, seppure nel rispetto di norme, leggi e regolamenti, un facilitatore e non un censore. Di ciò, fin da ora, ne sarò personalmente garante. Per la professione che svolgo io sono abituato ad affrontare e risolvere i problemi e il manager di una banca, per la delicatezza che la gestione del denaro presuppone, non può mai permettersi di non essere assolutamente trasparente. Per questo non mi troverete mai in nessuna torre d'avorio a decidere da solo. Vi posso garantire che qualsiasi cosa costruiremo l'avremo costruita tutti insieme.

CREARE

Salute

Affrontare a viso aperto le sfide che ci aspettano significa soprattutto ottimizzare e migliorare quello che già c'è e mostrarsi disponibili a recepire e sperimentare le opportunità che le nuove tecnologie ci offrono. La salute dei cittadini è la prima tutela di cui deve farsi carico un’amministrazione pubblica. Pur esistendo già enti che si occupano di tutela del territorio, di qualità dell'aria e dell'acqua, il nostro dovere principale è quello di migliorare tutti questi parametri con il contributo diretto dei cittadini. Campagne di informazione per la prevenzione delle patologie, centri di ascolto, di assistenza, possono essere migliorati e integrati. Il cittadino con problemi di salute deve essere tutelato e mai lasciato ad affrontare la sua sfida in solitudine. In Francia, attualmente, un settore in grande sviluppo, grazie agli algoritmi della famigerata Intelligenza Artificiale, è quello della telemedicina. Munire cioè i cittadini di strumenti di autodiagnosi in grado quotidianamente di monitorare lo stato generale della loro salute e ottenere i risultati sul computer quasi in tempo reale. Per le operazioni che richiedono un'assistenza specializzata e per i cittadini che hanno superato i sessantacinque anni di età un infermiere ogni giorno è messo a disposizione per la necessaria assistenza. In via sperimentale due comuni francesi si sono offerti per valutare le potenzialità e l'efficacia di tale servizio. Ecco il futuro che bussa alla nostra porta.

CREARE

Energia positiva

Diventare innovativi, connotarsi verso l'esterno come una realtà dinamica, in movimento e disponibile a valutare e realizzare nuove idee, valorizza le professionalità del territorio e attrae risorse private purché a tali iniziative si associno valori universali, positivi e condivisi. Oggi, per le grandi aziende, la tutela del proprio brand è preminente anche rispetto al ritorno economico. Se riusciremo a creare, dal punto di vista della sostenibilità, del rispetto dell'ambiente e dei cittadini, una autentica transizione virtuosa essa rappresenterebbe un volano fondamentale per mettere a disposizione della comunità nuove risorse e quindi nuovi servizi a favore dei cittadini.

Committente Responsabile: Massimo Micheli

indirizzo

Via Giacomo Matteotti 128, 51015 Monsummano T. (PT)

seguimi sui social

FACEBOOK

INSTAGRAM

inviami una email

info@paoloventurinisindaco.it

  Privacy Policy   Cookie Policy